post
Premio “Miglior Tematica Sociale” motivazione Per aver saputo affrontare la tematica dell’inclusione e integrazione attraverso la verticalità di una parete di roccia che diventa così il simbolo di un muro “superabile” grazie all’amore e alla tenacia dei due giovani protagonisti e delle loro famiglie.
L'arrampicata si trasforma in simbolo di realizzazione e di condivisione.
Pertanto, La giuria ufficiale assegna il premio “Miglior Tematica Sociale” a UNA VIA POSSIBILE di Giacomo Piumatti. I vincitori ricevono il riconoscimento ed il premio in denaro di € 200,00
Ritira il premio Giacomo Piumatti e Marcello.

Premio “Miglior Qualita Audiovisiva” motivazione Per il sapiente uso della macchina da presa, intesa sia come puro mezzo visivo che come veicolo di un ritmo di narrazione ironico e apparentemente semplice, proponendo uno spaccato reale e attuale dell'Italia contemporanea. Multi-culturalità, integrazione e sport s'incontrano in una piazza di paese, simbolo di tutta una nazione.
Pertanto, La giuria ufficiale assegna il premio “Miglior Qualita Audiovisiva” a IL MONDIALE IN PIAZZA di Vito Palmieri. Il vincitore riceve il riconoscimento ed il premio in denaro di € 500,00
Ritira il premio Vito Palmieri.

Premio “Miglior Opera In Concorso” motivazione Per la capacità di raccontare una storia semplice e affascinante per un tema ancora poco approfondito nel nostro Paese.
Il cinema come mezzo per rendere visibile ciò che non è altrimenti possibile cogliere, attraverso un'efficace uso dell'immagine e un trascinante tessuto sonoro.
Pertanto, La giuria ufficiale assegna il premio “Miglior Opera In Concorso” a QUESTA E' LA MIA BICI di Enzo Musumeci Greco, Edoardo Con Noi Onlus, Roma. I vincitori ricevono il riconoscimento ed il premio in denaro di € 700,00
Ritira il premio Cinzia Grassi.

“Menzione speciale” motivazione Per l'utilizzo dell'ironia e della semplicità che diventano mezzi per un racconto divertente e autentico.
Un ritratto che spinge ad andare oltre le convenzioni sociali. L'importanza, in ogni contesto e situazione, dell'amore, quello sincero e puro.
Pertanto, La giuria ufficiale assegna il premio “Menzione speciale” a NON BACIARE – L'AMORE E'
L'UNICO SENSO di Antonio Palese, Consorzio dei Servizi Sociali del Verbano, Verbania.
I vincitori ricevono il riconoscimento ed il premio in denaro di € 100,00
Ritira il premio Antonio Palese.

“Menzione della giuria” motivazione Per aver saputo narrare la quotidianità di un
luogo isolato e isolante attraverso la voce diretta dei protagonisti. Un
sapiente uso del montaggio e della scenografia, diventano strumenti per
veicolare un messaggio in cui si intrecciano sofferenze, storie e sogni.
Pertanto, La giuria ufficiale assegna la “Menzione della giuria” a VOCI DI DENTRO di Lucio Laugelli.

“Soggetto Valdostano” Per valorizzare un progetto di sperimentazione di vita indipendente per persone con disabilità e permettere loro di potersi raccontare nel percorso verso l'autonomia. La narrazione audiovisiva si svilupperà con immagini semplici ma efficaci grazie alle storie, interviste agli educatori e ai volontari.
Pertanto la giuria ufficiale assegna il premio a Miglior Soggetto Valdostano a Associazione Partecipare Conta e Girotondo. I vincitori ricevono il riconoscimento ed il contributo di € 500,00
Ritira il premio l'Associazione Partecipare Conta e Girotondo.

“Attestato riconoscimento giovani” Per aver saputo coinvolgere lo spettatore e in particolare noi giovani nell'intimità e nella vita quotidiana dei protagonisti del carcere. Un cortometraggio semplice, emozionante e che è riuscito a trasmettere un messaggio di speranza e forse un futuro possibile per questi uomini. Individui che, nonostante le difficoltà, possono e devono ancora sognare.
Pertanto la giuria giovani assegna l'Attestato Riconoscimento Giovani a VOCI DI DENTRO di Lucio Laugelli.
Ritira l'attestato Federico Malandrino.